Nuova pagina 1

 

 

 

 

 

Menù rapido al Forum

RIAPRE IL CENTRO ANTIVIOLENZA ADID

 
 
Previous page | 1 2 | Next page
Print | Email Notification    
Author

aiuto, divorzio difficile, minacce!

Last Update: 1/7/2009 10:59 PM
12/11/2008 2:54 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 31
Post: 31
Registered in: 11/20/2008
Gender: Male
Junior User
OFFLINE
per voi dell'associazione
salve, vorrei chiedervi se potreste contattarla via messenger, cosi da poterle parlare direttamente, gli ho dento anke di pensare a chiedere aiuto sui forum, ci pensera.

tutta via ho paura ke se lo faccia possa leggere cose ke la tirino giu, tipo le conseguenze di queste violenze, su lei e sul bambino.

gli ho detto ke se avesse dinuovo intenzione di fuggire la potrei portare al centro antiviol di bari visto ke li hanno un centro ospitalità.

grazie a chri che mi ha fatto capire tante cose e tanti dinamiche di quelle situazioni riesco a starle vicino molto meglio, senza scatenarle pianti o ulteriori pressioni, oggi sono riuscito a farla ragionare e tirarla su, sn molto felice di questo.

la vita è troppo breve per essere qualcun'altro
12/11/2008 3:51 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 1,118
Post: 1,071
Registered in: 3/5/2006
Gender: Male
Presidente Associazione Fidelis Onlus
Veteran User
OFFLINE
L'unico consiglio che ti sento di dare è: fai in modo che lei riesca a registrarsi e scrivere in forum. Mettersi di fronte alla realtà (la violenza) e comprendere le dinamiche e i traumi che si subiscono non farà che rafforzare la sua voglia di venirne fuori.
Il forum è importante perchè mediante il dialogo e il supporto di tutti si riesce a scatenare nella persona un sorta di riscatto.

In messenger mi sa che è impossibile parlare con lei e credimi non sarebbe produttivo come iniziare un percordo qui con noi, percorso silo iniziale e poi contestualmente affiancato al lavoro DETERMINANTE del centro antiviolenza (prima o poi ci deve andare) più quello legale.

Cordialmente
Gae
12/11/2008 9:25 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 31
Post: 31
Registered in: 11/20/2008
Gender: Male
Junior User
OFFLINE
speriamo bene...
penso di averle spiegato che il forum aiuta molto.
ha deciso di provare a dare un'occhiata e a scrivere la sua storia.
speriamo di non aver fatto un'altro passo falso.

in questo periodo come nn mai ho la paura costante che accada qualcosa di brutto, che si lasci andare alle violenze del marito, che faccia una cavolata.
ho la paura costante di perderla, non e facile mostrarsi sempre sereni e tranquilli anke quando dentro si sta morendo, ma cerchero di continuare a darle forza.

spero che la aiuterete al meglio
la vita è troppo breve per essere qualcun'altro
12/12/2008 10:57 AM
 
Modify
 
Quote
Post: 59
Post: 58
Registered in: 9/17/2008
Gender: Male
Junior User
OFFLINE
Re:
FidelisAdmin, 11/12/2008 15.51:

L'unico consiglio che ti sento di dare è: fai in modo che lei riesca a registrarsi e scrivere in forum. Mettersi di fronte alla realtà (la violenza) e comprendere le dinamiche e i traumi che si subiscono non farà che rafforzare la sua voglia di venirne fuori.
Il forum è importante perchè mediante il dialogo e il supporto di tutti si riesce a scatenare nella persona un sorta di riscatto.

In messenger mi sa che è impossibile parlare con lei e credimi non sarebbe produttivo come iniziare un percordo qui con noi, percorso silo iniziale e poi contestualmente affiancato al lavoro DETERMINANTE del centro antiviolenza (prima o poi ci deve andare) più quello legale.

Cordialmente
Gae



[SM=g28002] Mi associo PIENAMENTE al consiglio di Gae!!!!!!!!!!!!!

Gy...falle PROFONDAMENTE TUE queste parole... non lasciare che scivolino via nel mare di consigli e opinioni che ricevi...!!! Ogni singola parola di Gae in questo post ha un SUO DETERMINATO E DETERMINANTE significato. Fermati e coglilo appieno!

Ti abbraccio,

Chri_

"La violenza, l'ultimo rifugio degli incapaci." Isaac Asimov
12/17/2008 2:08 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 31
Post: 31
Registered in: 11/20/2008
Gender: Male
Junior User
OFFLINE
salve, vi posso dire con grande felicità che la situazione sembra adar meglio.

lei e molto serena, tranquilla e sicura di se.
mi ha detto che l'altra sera lui ha alzato parekkio la voce e lei le ha risposto a tono.

in'oltre le ho parlato delle conseguenze della violenza sui figli e su chi subisce. visto ke il figlio sta male.

e a reagito bene.

penso che sia uscita dalle grinfie del suo persecutore.

solo non riesco ancora a convincerla a scrivere sul forum o a contattare i centri antiviolenza.

secondo voi perke?

cos'altro potrei fare?

grazie a tutti per tutto l'aiuto che ci avete dato
la vita è troppo breve per essere qualcun'altro
12/17/2008 2:36 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 31
Post: 31
Registered in: 11/20/2008
Gender: Male
Junior User
OFFLINE
chiarimeto

la settimana scorsa ho chiam il centro di bari, xke lei mi aveva detto che aveva intenzione di andare via di casa, anche se poi l'ho fatta calmare e ha cambiato idea.

cmq volevo chiedervi, quelli del centro mi hanno detto che se dovesse andare via lei deve fare una lettera nella quale spiega che si allontana dalla casa per i seguenti motivi.

mi sapete dire di cosa si tratta, e come va scritta, nell'eventualità ke lui dovesse fare un'altra cavolata.
la vita è troppo breve per essere qualcun'altro
12/17/2008 5:43 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 31
Post: 31
Registered in: 11/20/2008
Gender: Male
Junior User
OFFLINE
oggi mi ha detto ke si sentiva una merda xke oggi era il compleanno di lui. ma nn abbiam avuto temp di parl. nn so xke mi ha dett quella cosa. io le ho detto che nn deve sentirsi in difetto, anzi e gia stata troppo generosa a non rovinarlo x tutto il male ke sta fac e lei e a suo figlio.

secondo voi ne e uscita dalla violenza che lui le ha fatto. ho e ancora sotto il suo "potere", so che nn e facile superare certe cose, ma come si capisce quando le ha superate?
la vita è troppo breve per essere qualcun'altro
1/7/2009 10:59 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 31
Post: 31
Registered in: 11/20/2008
Gender: Male
Junior User
OFFLINE
un saluto a tutti.
vorrei informarvi che le cose sembrano andare meglio.
al momento lei a superato tutto ciò che riguarda il marito.
quella che era qualcosa di simile ad una sindrome di stoccolma, ora nn ce piu, non gliene frega piu niente delle sue minacce e delle litigate.
e sono molto felice di tutto ciò.
purtroppo e emersa un'altra cosa.
adesso ce un'altro problema, non riesce ad accettare di non essere accettata dai genitori, gli fa troppo male sentirsene dire di tutti i colori dalla madre, ke pur sapendo le cose ke ha subito, continua a dirle ke e una poco di buono xke si e trovata l'amante.

cos'è ke scatena questo in lei?
io le ho detto che per essere genitore non basta fare un figlio.
lei e una bravissima madre, si e sacrificata per tanti anni per il figlio credendo ke fosse la via migliore, darebbe la vita per suo figlio e nn permetterebbe mai che qualcuno le faccia del male.

i suoi genitori invece sono tutto l'opposto, preferiscono salvaguaradre la loro immagine, la loro fede cristiana impone ke il matrimonio sia sacrificio, e nn si limitano a dire la loro, la aggrediscono forse peggio del marito.

cosa ne pensate?
la vita è troppo breve per essere qualcun'altro
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 2 | Next page
New Thread
 | 
Reply
Cerca nel forum
Tag cloud   [show all]

Feed | Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.1] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 5:46 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com


FORUM DI POESIE E RACCONTI