Nuova pagina 1

 

 

 

 

 

Menù rapido al Forum

RIAPRE IL CENTRO ANTIVIOLENZA ADID

 
 
Previous page | 1 | Next page
Print | Email Notification    
Author

FRANCESCA E LA SUA STORIA

Last Update: 10/27/2007 4:09 PM
1/2/2007 8:30 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Stasera ho pochissimo tempo,perchè sto per andare a lavorare,inizierò a scrivere da domani, ma ci tenevo ad aprire questo topic...forse portare a galle quella che è stata la mia "esperienza" può aiutare....non so...io cmq ci provo scrivendo...
1/2/2007 10:06 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 4,466
Post: 827
Registered in: 3/10/2006
Gender: Male
Moderatore Forum Antiviolenza
Senior User
OFFLINE
Cara Francesca credo che sia di vitale importanza portare testimonianze, esse aiutano tantissimo a prendere la giusta consapevolezza del dramma che si sta vivendo...

Attendo di leggerti...


Saluti
Gae
1/2/2007 10:10 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 840
Post: 840
Registered in: 3/8/2006
Gender: Female
Moderatore Forum Antiviolenza
Senior User
OFFLINE
Allora ti aspettiamo a domani, siamo felici ti averti tra noi, benvenuta nel nostro Forum......grazie per la testimonianza che hai deciso di volerci regalare, attendiamo di leggerla! Un caro saluto, Ines.....
1/3/2007 1:55 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Scrivere di sè è per la maggior parte non facile,scrivere poi di alcune "esperienze negative" lo è ancora di più.Ti fai 1000 domande su come e cosa le persone che leggono, possono pensare,su come potresti venire "giudicata" e via dicendo...Devo dire che da quando "ho riportato tutto alla memoria" e soprattutto da quando " ho voluto accettare" mi viene un pò più facile...anzi quasi quasi sembra un "bisogno" farlo...ancora una sorta di sfogo,di poter urlare" A ME E' SUCCESSO!!!EHI TU CHE LEGGI!!!! A ME E' SUCCESSO!!!A ME CAPISCI???"
L'urlo liberatorio? Forse...
Conoscendomi per come sono è sì un urlo ma non per me stessa,la voglia cmq di aiuitare c'è sempre stata,mi accorgo che posso divenatre un buono psicologo verso chi ne ha di bisogno...oddio lungi da me di prendere il posto di un medico...ma a volte il "dolore,la sofferenza" ci lasciano quella sensibilità che alcuni non hanno,nel capire appunto il dolore e la soffernza altrui!
So che non saranno le mie parole a "risolvere" la situazione di molte donne,e nn solo,ma possono essere le mie parole un'ancò ra per qlk? Lo spero davvero,lo spero moltissimo...dico sempre che voglio anche io dare un senso al mio passaggio nella vita altrui:questo SAREBBE IL SENSO!!!
Mi prensento per bene allora:
Francesca 40 anni appena compiuti,abito a TOrino,ma non mi piace eheheh vabbè pazienza,tre figlie. 22,16 ,11 anni,separata da un anno....si ho avuto la mia prima figlia a 17 anni...presto direi,ma ne sono felicissima!!
La linea della mia vita è stata"disegnata" da ciò che ho "subito" all'età di 5 anni...tutto i percorso di quella che è stata la mia
vita da quel momento in poi è tutta una conseguenza credo.
Si tratta di una violenza sessuale subita a 5 anni da parte di uno "zio"...un "classico" caso di pedofilia familiare...
Violenza che quasi subito è stata rimossa dal mio cervellino da bimba...non so dire se sia stato un bene o un male...so solo che è ritornata a "galla" da qlk anno...anche se dentro me io "ho sempre saputo cos'era il buio che mi faceva paura" per molti anni,moltissimi, ho "voluto" non ricordare...ovvio è un ricordo troppo doloroso no? Forse è autodifesa,forse...nn so bene ancora...
Continuerò il mio racconto,promesso, ma abbiate pazienza è sempre difficile farlo così di botto...scriverò...scriverò si!
1/3/2007 2:15 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 4,466
Post: 827
Registered in: 3/10/2006
Gender: Male
Moderatore Forum Antiviolenza
Senior User
OFFLINE
...è difficile raccontare la propria storia, soprattutto quando si tratta di esperienze così drammatiche...
Devo ringrazirti per ciò che stai facendo, questo è un chiaro segno di come la condivisione può veramente aiutare chi, rimanendo nell'ombra, subisce ancora l'orrore della violenza.
Ho sempre pensato che questo spazio, sportello virtuale dove l'incontro e la condivisione illumina il senso del progetto stesso, è uno strumento importantissimo per molte donne che hanno bisogno di parlare nel totale anonimato ed iniziare così un percorso di consapevolezza, per raggiungere un fine: DENUNCIARE la violenza subita, rompere quelle catene che la costringono a non vivere e che paradossalmente proteggono chi gli causa dolore e sofferenza...
Spero che testimonianze come questa tua, possano illuminare il cammino di molte donne...

L'Associazione Fidelis è qui insieme a voi per aiutarvi, non disperate MAI... dalla violenza si può e si deve uscire...
Ognuno di noi può davvero diventare speranza viva per gli altri...

Grazie Francesca, attendo il seguito della tua storia...

Gae
1/3/2007 6:11 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 1,118
Post: 1,071
Registered in: 3/5/2006
Gender: Male
Presidente Associazione Fidelis Onlus
Veteran User
OFFLINE
Ho spostato il tuo topic qui, mi sembra più appropriato.

Saluti
Gae
1/3/2007 10:20 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 145
Post: 135
Registered in: 12/21/2006
Gender: Female
Junior User
OFFLINE
benvenuta francesca..siedi alla nostra tavola epartecipa con noi alla gioia di averti qua...
so che raccontare la propria storia è difficile e pesante pesante perchè oltre a digitare delle lettere si rivive tutto,i sentimenti quei momenti...
però racontare distrugge un sentimento molto presente e forte nei vissuti pesanti...la vergogna.... e se anche paradossalmente nn abbiamo nulla di cui vergognarci,è ciò che ci trattiene nel raccontare la nostra esperienza...
perchè spesso la gente nn è pronta a uscire da quell'equilibrio di bambagia in cui ha rinchiuso la sua bella vita,legere e ascoltare storie di violenza gli scombussola la propria egoistica serenità...
quello che urliamo qua serve a scuotere coscienze troppo soporose...serve ad allungare una mano FORTE a coloro che ancora vivono la violenza....
credimi Francesca quà oterrai una grande vittoria,trasformare il male che loro hanno fatto inuna cosa positiva,in grado di scrivere la parola speranza in altre animecome la tua...
tante mani unite formano una catena in grado di fermare coloro che fanno del male e proteggere coloro che chiedono aiuto...
fidati...noi nn la tradiremo mai ne ti lasceremo mai sola..
una carezza Micol...

1/4/2007 6:45 AM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Grazie a tutti Voi,ma...io non ho vergogna davvero,ho tanta rabbia questo lo ammetto,forse dovrei avere vergogna di questo:la rabbia!!
Vergogna per ciò che"lo zio" mi ha fatto no...ho vergogna perchè nn so perdonare,oddio nn so e forse nn voglio perdonare "lui",non mi vergogno a raccontare,mi vergogno di averlo fatto tardi,ma anche in questo caso forse non è stata colpa mia...
E purtroppo devo dirlo, mi vergogno per tutte quelle persone che quando mi leggono puntano il dito credendo che le mie "confessioni"siano dettate da un'autocommiserazione,dal vittimismo, io davvero non mi sento ne una ne l'altra cosa!!Perlomeno non oggi!
Vittima lo sono stata è inutile nascondersi dietro un dito:è così ahimè, lo sono stata a 5 anni e lo sono stata per tutti gli anni succesivi in cui(molti)nn ho voluto più ricordare...Oggi come oggi non mi sento più vittima...ho cercato e trovato ( anche se a volte inciampo e cado)la forza da tutto ciò...forza fisica e mentale...non mi sento vittima,non è stata colpa mia e questo è un dato di fatto.
E forse fra tante e tante donne,bambine,io sono anche stata un pò più fortunatella, visto che per fortuna mia, lo zio si è fermato ad un'unica volta, che ha cmq segnato tutto il resto della mia vita ovviamente.
Bhè dire che ne "sono uscita fuori illesa" è utopia,porto anche io le mie ferite con derivanti ciccatrici,dolori ecc ecc...ma oggi io posso dirlo che farcela si può SI DEVE!!!
Ho anche io i miei incubi tutt'ora le mie paure che ovviamente sono legate nn solo alla sfera sessuale ma emotiva esistenziale, ma posso gestirle bene o male meglio che 5/6 anni fa e fra altri 5/6 anni so che lo farò ancora meglio,niente e nessuno potrà farmi dimenticare ne levareil dolore ma so che tutto ciò può essere visto e vissuto in modo diverso oggi e domani ancora meglio.
Se ciò che scrivo, che scriverò potrà dare anche un solo granello di forza ad altre donne allora tutta la sofferenza tutto il dolore, tutto,tutto, avrà avuto anche un senso!!!!
baci con affetto Francesca.

P.S continuo!!! [SM=g27985]
1/4/2007 3:28 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 840
Post: 840
Registered in: 3/8/2006
Gender: Female
Moderatore Forum Antiviolenza
Senior User
OFFLINE
Cara Francesca innanzi tutto grazie per i tuoi granelli di storia, ogni testimonianza è di incoraggiamento a chi ancora non trova il coraggio di parlare,o che pensa di non poterne uscire. Storie di donne come te che, nonostante l'esperienza drammatica, sono riuscite a ricordare e reagire sono senz'altro indice di incoraggiamento per tutte le altre. La nostra Associazione abbraccia al suo interno, in ogni sua azione, tutte coloro che desiderano divenire esempio di come si può rinascere nonostante un dolore tanto crudele che tenete stretto nell'anima. Attendo di continuare a leggere la tua storia, un abbraccio......
1/5/2007 7:17 AM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
grazie...

Come ho già scritto ho avuto la mia prima figlia all'età di 17 anni,e come ho già detto per moltissimi anni io ho rimosso il ricordo della violenza subìta...ho vissuto con il papà della bambina per un paio di anni( poi per motivi che nn hanno niente a che fae con la violenza, ci siamo lasciati),dopo altri 3 anni,passati sola e solo a lavorare e a crescere mia figlia,ho conosciuto un'altro uomo,sono andata a convivere, ho avuto altre due bimbe( ora grandicelle),e mi sono separata un anno fa...Ho SEMPRE vissuto i rapporti sessuali con loro in maniera "dovuta",ovvero: "IO DOVEVO FARE SESSO, IO DOVEVO FARE DETERMINATA COSA, IO DOVEVO SUBìRE"perchè la mia psiche forse era stata intaccata dalla violenza,quindi non era un fare l'amore con l'uomo che amavo ma un subire il suo volere(ovviamente nn per colpa loro che nn spevano),soddisfare le loro "voglie",tacere se detrminate situazioni non mi piacevano e via dicendo...quindi una vita sessuale dolorosa...ecco!!Ci sono!!Era come se fosse per me una punizione!!!Fare sesso era la punizione che io ,forse, mi davo...nn so... [SM=g27992] ...ehi diventa difficile ora riuscire a farsi capire sapete?
Amavo l'uomo con cui ho convissuto per 17 anni,ma non avevo nessunissima voglia ne trasporto,ne desiderio di farci l'amore insiem, e quando lo facevo era per me una punizione,un "DOVERE"...Vigliaccamente,forse, non mi sono mai chiesta il perchè,e mi chiedevo come le persone trovassero così "bello" amarsi carnalmente...per me era una cosa così sporca, così dolorosa che evitavo sempre,finchè potevo ...e quando non potevo più evitare allora era un dovere...
Oggi mi rendo conto che in fondo sono stata anche una brava attrice [SM=g27992] ...ma non lo sono stata abbastanza a lungo poi, per salvare la mia convivenza che anche a causa di tutto ciò è terminta l'anno scorso!
...mi fermo...fa leggermente male oggi parlare...ma scriverò sempre cmq

francesca
1/5/2007 12:27 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 4,466
Post: 827
Registered in: 3/10/2006
Gender: Male
Moderatore Forum Antiviolenza
Senior User
OFFLINE
Cara Francesca apprezzo il tuo coraggio e la forza d'animo nel raccontarci la tua esperienza di vita.
Credo che in questo posto seminerete una consapevolezza limpida del perchè si deve uscire dalla violenza, e sulle tramende cicatrici che lascia nel cuore e nell'anima.
A voi va il mio riconoscimento per l'impegno che mettete nel farci partecipi del vosto dolore e della vita così tragicamente vissuta.
Servirà il vostro esempio per coloro che sono ancora rinchiusi tra le quattro mura a subire violenza e maltrattamenti.
Spero che questo spazio virtuale diventi sempre più, non solo un momento di riflessione per i semplici lettori, ma un trampolino di lancio per le donne che decideranno di rompere con il silenzio e spezzare le catene della violenza, lo devono in primis a loro stesse!!!

Grazie ancora
Gae
1/5/2007 10:27 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 145
Post: 135
Registered in: 12/21/2006
Gender: Female
Junior User
OFFLINE
Ciao Francesca...ti seguo passo dopo passo nel cammino che stai facendo qua assieme a noi...
come spesso accade diventa dificile spiegare cosa si prova o cosa significhino per sè dlle cose che per altri sono normali...
nn con me Francesca,io so bene che cosa intendi dire...so bene come si vivano i rapporti sessuali quando si subisce violenza..quando nn si sopporta di essere toccate ma si deve stare sul letto anche se nn và..
quando si crede che sia un dovere perchè sposate o perchè cmq fare sesso fà parte per l'idea comune dell'amore..
questo fà si che alla fine del condizionamento mentale,nonostante nn ci sia più l'agressore perpetriamo noi stesse quella violenza..ed è un meccanismo difficile da far cessare perchè la ferita che ci lascia ci rende vulnerabili,in determinate sfere..
oggi ho discusso con un caro amico Francesca,perchè spesso quando parlo con lui e magari faccio qualche errore gli chiedo se è arrabbiato,perchè mi aspetto che lui si arrabbi e ho paura ancora di finire legata o picchiata..Sò con la mente che nn lo farebbe mai anzi,ma dentro di me c'è qualcosa che ancora risponde ai comandi della paura che mi hanno guidata negli anni che ho vissuto nella violenza,ed è come se mi aspettassi di essere aggredita...
spero anche io che tutta la fatica(ed è tanta ) e tutto il coraggio che mettiamo per scrivere la nostra storia o le nostre esperienze servano a dare speranza ad un'altra ragazza come noi...
voi che leggete credete nn è facile...ma ci stiamo provando..
una carezza Francesca..Micol
1/6/2007 4:30 AM
 
Modify
 
Quote
Post: 840
Post: 840
Registered in: 3/8/2006
Gender: Female
Moderatore Forum Antiviolenza
Senior User
OFFLINE
Cara Francesca, la storia che racconti passo dopo passo suscita in me mille interrogativi e perplessità. Hai affermato che per anni hai rimosso la violenza subita da bambina ma che ha condizionato la tua vita presente, nei rapporti con i tuoi due compagni. Allora mi chiedo: quando e come hai iniziato a ricordare? e non pensi che, al di là del regalarci ( e di questo ti ringrazio di tutto cuore! ) la tua testimonianza di vita, dovresti con noi o con qualche altro professionista iniziare un percorso che ti aiuti, oltre all'aver ricordato ed all'essere divenuta consapevole del tuo dolore di bambina, a superare questa condizione che continuerà in qualche modo a pregiudicare il tuo futuro?
Te lo dico perchè, credimi cara amica, non basta essere consapevoli di qualcosa per potersene liberare. Occorre un cammino particolare, fatto con persone specializzate.
Noi, se lo desideri, siamo qui per aiutarti, incoraggiarti, sostenerti......un abbraccio
1/6/2007 7:06 AM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Re:

Scritto da: larosadigerico 05/01/2007 22.27
Ciao Francesca...ti seguo passo dopo passo nel cammino che stai facendo qua assieme a noi...
come spesso accade diventa dificile spiegare cosa si prova o cosa significhino per sè dlle cose che per altri sono normali...
nn con me Francesca,io so bene che cosa intendi dire...so bene come si vivano i rapporti sessuali quando si subisce violenza..quando nn si sopporta di essere toccate ma si deve stare sul letto anche se nn và..
quando si crede che sia un dovere perchè sposate o perchè cmq fare sesso fà parte per l'idea comune dell'amore..
questo fà si che alla fine del condizionamento mentale,nonostante nn ci sia più l'agressore perpetriamo noi stesse quella violenza..ed è un meccanismo difficile da far cessare perchè la ferita che ci lascia ci rende vulnerabili,in determinate sfere..
oggi ho discusso con un caro amico Francesca,perchè spesso quando parlo con lui e magari faccio qualche errore gli chiedo se è arrabbiato,perchè mi aspetto che lui si arrabbi e ho paura ancora di finire legata o picchiata..Sò con la mente che nn lo farebbe mai anzi,ma dentro di me c'è qualcosa che ancora risponde ai comandi della paura che mi hanno guidata negli anni che ho vissuto nella violenza,ed è come se mi aspettassi di essere aggredita...
spero anche io che tutta la fatica(ed è tanta ) e tutto il coraggio che mettiamo per scrivere la nostra storia o le nostre esperienze servano a dare speranza ad un'altra ragazza come noi...
voi che leggete credete nn è facile...ma ci stiamo provando..
una carezza Francesca..Micol



Trovare chi sa perfettamente cosa s'intende...trovare chi sa cosa dicono i puntini che lascio fra una frase e l'altra...trovare chi sa che smetto perchè è davvero dolore fisico quello che sento...ecco nn lo pensavo davvero Micol!!!
Non fraintendere, soperfettamente quante e QUANTI siamo ad aver subito violenze...ma...nn so...non ho mai parlato con chi ha "VISSUTO COME ME"...non ho mai fatto un percorso,un cammino,un condividere con chi "E' COME ME"...
Ogni singola volta che ho scritto di me,di ciò che è stato, nei forum,nei miei "racconti",quando l'ho "confessato"ho ricevuto parole di sostegno si è vero,in altre occasioni e lo ripeto ho ricevuto delusioni...non ho mai mai,messo la mia esperienza davanti ad un'altra persona che ha subito quello che ho subito io....ti ringrazio Micol per esserci...son partita scrivendo qua,pensando di poter dare un'aiuto a chi mi leggeva...mi accorgo che traggo aiuto io dalle tue parole,questo mi fa paingere e di dolore e di sollievo...è come se ad un tratto una bottiglia pienissima.stracolma,si sta aprendo...puffff esce tutta l'acqua che è in più che cmq "DEVE CADERE VIA!!!"

Un'abbraccio,una carezza ed un sorriso a te Micol...sono qua anche per te così come ho capito che ci sei anche tu per me...
1/6/2007 7:22 AM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Re:

Scritto da: Pedagogista 06/01/2007 4.30
Cara Francesca, la storia che racconti passo dopo passo suscita in me mille interrogativi e perplessità. Hai affermato che per anni hai rimosso la violenza subita da bambina ma che ha condizionato la tua vita presente, nei rapporti con i tuoi due compagni. Allora mi chiedo: quando e come hai iniziato a ricordare? e non pensi che, al di là del regalarci ( e di questo ti ringrazio di tutto cuore! ) la tua testimonianza di vita, dovresti con noi o con qualche altro professionista iniziare un percorso che ti aiuti, oltre all'aver ricordato ed all'essere divenuta consapevole del tuo dolore di bambina, a superare questa condizione che continuerà in qualche modo a pregiudicare il tuo futuro?
Te lo dico perchè, credimi cara amica, non basta essere consapevoli di qualcosa per potersene liberare. Occorre un cammino particolare, fatto con persone specializzate.
Noi, se lo desideri, siamo qui per aiutarti, incoraggiarti, sostenerti......un abbraccio



Con il mio racconto ci sarei arrivata forse un pò in ritardo...ti ringrazio per avermelo chiesto...
Ho iniziato a ricordare in una clinica per persone "mentalmente instabili" dopo il mio ricovero,circa 8 anni,a seguito di una forte depressione...l'esperienza più brutta,dolorosa,travagliata che ho vissuto da persona ADULTA!!!
So che queste cliniche sono di aiuto..ma quella dove sono stata ricoverata io( se volete vi dico quel'è in pvt cmq)non era di aiuto a NESSUNO se non al portafogli dei medici che la gestivano!!!
Ma è "servita"a far venir fuori tutto...in un pomeriggio caldissimo di luglio...scoppiò un temporale...sin da bambina io avevo una paura incredibile dei temporali,non si capiva il perchè...l'ho capito quando quel pomeriggio la mia mente "mezza pazza" ha SPUTATO fuori tutto!!!
E' stato come se io vivessi dentro un'incubo...ho ricordato tutto,ogni singolo "particolare",ogni istante,ogni lacrima,ogni goccia di sangue,ogni "sua toccata",il respiro suo,le sue mani,gli occhi beffardi avidi,le mie scarpette nere il vestitino bianco...tutto tutto tutto...è stato un morire non una volta ma 10,100,1000!!!!
era come se io avessi dentro me un demonio!!!
Chi era con me quel giorno mi disse che davvero sembravo indemoniata...urlavo calpestavo tutto,e nessuno poteva avvicinarsi...da lì poi è stato un susseguirsi di cose,la mia psiche è andata peggiorando,sono quasi diventata dipendente di quella clinica,di quelle persone,non volevo più uscire da lì,sempre sotto psicofarmaci stavo perdendo anche le mie figlie...
fortunatamente il mio ex compagno è riuscito a portarmi via e dopo altri mesi passati così ma a casa mia un'amico di famiglia( un medico) consigliò al mio compagno di portarmi dal Dott DI SALVO del centro DAP di Torino ( c'è il sito poi lo posto se volete),anche per lui all'inizio non è stato facile "trattare" e scendere a patti con me...subito mi diede(ovviamente)una cura di psicofarmaci con la premessa però che appena fossi "uscita" da quello stato di semi-pazzia iniziassi la psicoanalisi con lui...arrivando al dunque così è stato...dopo un bel lottare ho iniziato la cura di psicofarmaci( tutt'oggi prendo un'antidepressivo e un'asiolitico al giorno)dopo qlk mese iniziai la psicoanalisi...e sapete come ho fatto io psicoanalisi?
SCRIVEVO LETTERE AL DOTTORE!!!
E' sempre stato lo scrivere la mia ancora di salvezza...non riuscivo a parlare con lui' Ok bene allora scrivevo lettere e gliele spedivo,pur abitando nella stessa città...lui le leggeva,analizzava forse nn so..le metteva nella mia cartellian epoi quando ritornavo a visita ne parlavamo...

P.S continuo!!!!
1/6/2007 8:56 AM
 
Modify
 
Quote
Post: 145
Post: 135
Registered in: 12/21/2006
Gender: Female
Junior User
OFFLINE
Francesca vieni fra le mie braccia ogi volta che quella bottiglia sarà piena,travasa nel mio cuore ciò che è in più,lo terrò io nn temere le mie braccia saranno forti ela mia anima pronta..ho attraversao come te il buio dell'inferno..ho imparato a tradure il tuo linguaggio...so legere oltre alle pause e ai puntini...so sentirti e comprenderti anche nei tuoi silenzi proprio perchè ho percorso la tua strada...so che ci sei e come te anche io colgo l'aiuto nelle tue parole...
dobbiamo essere forti per coloro che ancora vivono quell'inferno,e lottare per cercare di mostrargli la strada per uscire...
io CI SONO apritevi parlate insegnate al mondo che la vera forza sta in coloro che il mondo stesso crede piccoli,che il vero coraggio lo possiedono quegli occhi in grado di rialzarsi dalla terra...
continua Francesca fa che la tua anima diventi guida..
una carezza Micol..
1/6/2007 6:18 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 840
Post: 840
Registered in: 3/8/2006
Gender: Female
Moderatore Forum Antiviolenza
Senior User
OFFLINE
Cara Francesca, quando ti sei presentata ed hai iniziato a scrivere sembrava che tu volessi semplicemente postare la tua esperienza di vita come testimonianza per tutte coloro che non riescono ad uscire dal loro incubo. Ma più scorrono le tue righe più aumenta la consapevolezza di una donna che, ancora oggi, ha bisogno dell'amore, della condivisione, della comprensione di chi desidera strappare dal suo cuore tutto il dolore che abita dentro di lei.
Ho letto della clinica e posso immaginare quello che tu abbia passato. Nel mio lavoro ho incrociato persone che, con il tuo stesso disagio, si sono ritrovati in luoghi del genere, con conseguenze future forse ancora più disastrose. Al contrario mi ha colpito la modalità con cui hai deciso di interagire con il tuo psicoterapeuta: è nel dialogo che hanno vita tutte le nostre emozioni più vere, è nello scorrere delle parole ( verbali o scritte non ha importanza purchè scorrano liberando la mente )che prendi coscienza della tua vita, delle tue sensazioni belle o brutte che siano.
Se ti aiuta continua questo tipo di terapia, e ricorda che con noi puoi fare la stessa cosa, siamo qui per questo, per percorrere insieme il cammino di ciascuna di voi, per sorreggere i vostri cuori, per incoraggiare le vostre azioni.
Un abbraccio sincero.......











1/7/2007 6:27 AM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE

Ho letto della clinica e posso immaginare quello che tu abbia passato.



Ho scritto,sto scrivendo,un mini racconto...sai il titolo?
LA CLINICA DEGLI ORRORI...
1/7/2007 11:27 AM
 
Modify
 
Quote
Post: 1,118
Post: 1,071
Registered in: 3/5/2006
Gender: Male
Presidente Associazione Fidelis Onlus
Veteran User
OFFLINE
Re:

Scritto da: sole281 07/01/2007 6.27

Ho letto della clinica e posso immaginare quello che tu abbia passato.



Ho scritto,sto scrivendo,un mini racconto...sai il titolo?
LA CLINICA DEGLI ORRORI...



Francesca mi fai la cortesia di comunicarmi privatamente il nome della Clinica e tutti i suoi dati identificativi? Gli orrori sono anche errori!
Segnalazioni come queste possono far scattare verifiche nelle strutture, la dignità del malato deve essere sempre e comunque rispettata... non hanno davanti cavie da laboratorio...

Attendo ed intanto ti saluto
Gae


[Modificato da FidelisAdmin 07/01/2007 11.28]

1/7/2007 7:14 PM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Re: Re:

Scritto da: FidelisAdmin 07/01/2007 11.27


Francesca mi fai la cortesia di comunicarmi privatamente il nome della Clinica e tutti i suoi dati identificativi? Gli orrori sono anche errori!
Segnalazioni come queste possono far scattare verifiche nelle strutture, la dignità del malato deve essere sempre e comunque rispettata... non hanno davanti cavie da laboratorio...

Attendo ed intanto ti saluto
Gae


[Modificato da FidelisAdmin 07/01/2007 11.28]




CON PIACERE TI HO INVIATO IL TUTTO VIA FFZ...E RIBADISCO SONO PRONTA IO STESSA A DENUNCIARE E TESTIMONIARE SE CE NE FOSSE DI BISOGNO!
Purtroppo quando venni"dimessa" non ero in condizioni psicologiche per poterlo fare....dichiarata mentalmente instabile...oggi sono PRONTISSIMA a mettermi in prima fila non più per me stessa ma per tutte quelle povere persone che ho lasciato là dentro e per tutte quelle che ahimè saranno purtroppo ricoverate ancora.
A VOI VA IL MIO GRAZIE!

[Modificato da sole281 07/01/2007 19.17]

1/7/2007 10:15 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 59
Post: 5
Registered in: 1/7/2007
Gender: Female
Junior User
OFFLINE
..Sono attonita da cio' che leggo Francesca cara...
Dimostri una forza ed un coraggio non comuni.!
E come si fa a non provare rabbia per cio' che si e' subito,
e come si fa a non provare rabbia per il calvario di quell'ospedale...
Tienila li' Francesca, la rabbia esprime anche una grande energia e non porta solo distruzione, e' quella che ti spinge a rialzare la testa quando non ne puoi piu' e ricollegarti alla vita, e' cio' che ti spinge a vuotare il sacco a nome di tante..
Ti abbraccerei forte, veramente


Patrizia
Uso il tocco come "cura" e faccio fiorire il cuore...
1/8/2007 1:21 AM
 
Modify
 
Quote
OFFLINE
Re:

Scritto da: aptonomica 07/01/2007 22.15

Ti abbraccerei forte, veramente


Patrizia



Dolce nuova amica,Patrizia,il tuo abbraccio lo sento...sento il calore attraverso le tue parole...ti ringrazio moltissimo
1/8/2007 3:52 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 1,118
Post: 1,071
Registered in: 3/5/2006
Gender: Male
Presidente Associazione Fidelis Onlus
Veteran User
OFFLINE
Re:

Scritto da: aptonomica 07/01/2007 22.15
..Sono attonita da cio' che leggo Francesca cara...
Dimostri una forza ed un coraggio non comuni.!
E come si fa a non provare rabbia per cio' che si e' subito,
e come si fa a non provare rabbia per il calvario di quell'ospedale...
Tienila li' Francesca, la rabbia esprime anche una grande energia e non porta solo distruzione, e' quella che ti spinge a rialzare la testa quando non ne puoi piu' e ricollegarti alla vita, e' cio' che ti spinge a vuotare il sacco a nome di tante..
Ti abbraccerei forte, veramente


Patrizia



Grazie Patrizia per aver accettato il mio invito.
Come vedi son sempre poche le braccia aperte ad accogliere questi cuori...
Ognuno può essere un piccolo protagonista nella rinasciata di queste anime...

Grazie ancora
Gae



1/8/2007 10:00 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 145
Post: 135
Registered in: 12/21/2006
Gender: Female
Junior User
OFFLINE
Cara Francesca...il tuo silenzio parla molto forte al mio cuore,e come per gae lo rispetto...
noi siamo tuoi amici,siamo qua che ti aspettiamo inquieti e preoccupati,con il cuore che aspetta il tuo ritorno..nn chiuderti nel silenzio,nn vivere da sola le tue emozioni,nn lasciarci fuori quando fa cosi freddo se nn sei accanto a noi..scrivi,parla con noi,piangi con noi,ridi con noi..come vedi anche noi abbiamo offerto le nostre vite accanto alla tua,e silenziosi ti aspetiamo...
nella condivisione del silenzio Micol..
1/9/2007 2:10 AM
 
Modify
 
Quote
Post: 840
Post: 840
Registered in: 3/8/2006
Gender: Female
Moderatore Forum Antiviolenza
Senior User
OFFLINE
Cara Francesca, troverai sempre in questo Forum la possibilità ed il tempo per essere ascoltata, capita e consigliata.
Ti chiedo, nel rispetto dei tuoi tempi naturalmente, di aprirti gradualmente a noi. Troverai qui persone che non hanno l'abitudine di giudicare la gente, al contrario affrontiamo insieme il vissuto della persona ed insieme iniziamo un cammino di solidarietà e condivisione. Noi operatori raccogliamo le vostre richieste come se fosse nostra la voce che grida aiuto, ed anche nei momenti in cui le nostre parole ti potranno sembrare dure, in esse dovrai riuscire a scorgere voglia di farti rinascere più forte e determinata. Inoltre, come ti sarai resa conto, il Forum è arricchito dalla presenza di persone dotate di una certa sensibilità che donano al Forum i loro preziosi interventi, e di testimonianze di donne che si fanno portavoce di come si possa uscire dal proprio incubo.
Con noi puoi sentirti davvero all'interno di una famiglia ( certo virtuale ) ma che riesce ugualmente a riscaldare i cuori più afflitti......
Un abbraccio sincero, Ines.........

[Modificato da Pedagogista 09/01/2007 2.14]

1/17/2007 12:09 AM
 
Modify
 
Quote
Post: 2,286
Post: 42
Registered in: 4/14/2006
Gender: Male
Junior User
OFFLINE
Cara Francesca,
la mia testomonianza...è quella di assistere in rispettoso silenzio al tuo coraggio,alla tua sottile lucidita' e garbato pudore nel raccontare ed aprire casseforti del tuo cuore, senza nulla chiedere, donando tu insegnamento a noi,di quanta forza possa dare la voglia di vivere, di quanta coerenza nel tuo esporti, ...di quanta sia pesante il fardello della sofferenza, eppure, passo dopo passo, con le tue forza stai arrivando alla cima,Vorrei aiutarti a dividerne il peso, unito agli amici che ti hanno seguito fino a qui e ti arrivi sincero un abbraccio,chiedendo perdono, perchè come uomo mi vergogno, della crudelta' perpetrata senza rispetto della dignita' umana.
Un fiore a te, Lucimaest

1/21/2007 2:22 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 106
Post: 64
Registered in: 1/20/2007
Gender: Female
Junior User
OFFLINE
Francesca ... solo una cosa posso dirti ... grazie. Mi hai aiutata molto più di quanto hanno fatto le mille parole degli amici che vedo intorno a me tutti i giorni. Se vorrai, sono qui ... pronta a ricambiare il tuo aiuto ... a braccia aperte, unendomi a tutti quelli che già ti hanno accolto. La mia voce è piccola e forse si confonderà con le altre, ma c'è ... sappilo.

Un abbraccio grande
Sara
10/27/2007 4:09 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 103
Post: 103
Registered in: 4/11/2007
Gender: Female
Junior User
OFFLINE
ciao anche io so' il dolore pscicologico che si prova e l'essere ricoverati in cliniche che non valgono niente non aiuta anzi,,,,ti capisco e come se ti capisco
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
 | 
Reply
Cerca nel forum
Tag cloud   [show all]

Feed | Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.1] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 3:05 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com


FORUM DI POESIE E RACCONTI