Nuova pagina 1

 

 

 

 

 

Menù rapido al Forum

RIAPRE IL CENTRO ANTIVIOLENZA ADID

 
 
Previous page | 1 | Next page
Print | Email Notification    
Author

Parlarne in forum...La storia di Micol

Last Update: 10/31/2007 5:28 PM
5/22/2006 12:14 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 4,466
Post: 827
Registered in: 3/10/2006
Gender: Male
Moderatore Forum Antiviolenza
Senior User
OFFLINE
Mi arrivano email di ragazze che sono cariche di sofferenza e drammi che è difficile immaginare.

Questo Forum è nato come una casa comune dove poter parlare di se e delle proprie sofferenze relative alle tematiche trattate.

Capisco perfettamente quanto sia difficile poter scrivere e pertanto ricordare eventi traumatici della propria vita, ma credo che il silenzio o il tenersi tutto dentro non aiuti nessuno ad uscire dalla situazione difficilissima che vive, e non aiuta noi ad aiutarvi...

Spero vivamente che possiate pian piano parlare di voi e intraprendere così un percorso tutti insieme, affinché si raggiunga la giusta consapevolezza circa il dolore, a volte senza dimensione, che molte donne sperimentano nella loro vita...

Con fiducia e rispetto
Gae

[Modificato da Geneshys 22/05/2006 12.15]

5/23/2006 10:15 AM
 
Modify
 
Quote
Post: 13
Post: 13
Registered in: 5/23/2006
Gender: Male
Junior User
OFFLINE
Sono qui per raccontare la mia vita e nn il mio dramma come dice Gaetano..perchè se raccontassi un dramma aprirei un libro e leggerei una storia,ma raccontare una vita significa raccontare ciò che è impresso in modo indelebile nell'anima di una persona..
sono cesciuta da sola e sono abituata a cavarmela da sola..quindi nn cerco appoggi,nel momento in cui mi appoggerò a qualcuno diventerò troppo vulnerabile e ora nn me lo posso permettere..ma credo anche che se qualcuno fa il primo passo forse tutte le altre ragazze che scrivono a gaetano seguiranno l'esempio..scriverò tutto ora perchè nn sono certa in questo periodo del domani e perchè se trovo il coraggio di iniziare devo arrivare fino in fondo altrimenti poi nn ce la farò più..
Sono nata 31 anni fa,prima dei 4 anni nn ho ricordi e anche dopo sono frammentari..il primo ricordo che ho dei 4 anni mi trovavo inginocchiata sul letto davanti a mio padre,ricordo che mi diceva che se gli volevo bene dovevo fare quella cosa poi mi prese la testa e me la guidò nella sua parte intima ricordo che mi sentivo soffocare e che alla fine vomitai e venni picchiata con la cinghia dei pantaloni per aver sporcato il letto,ricordo che mi chiudevo a riccio ma nn serviva a proteggermi nn serviva..poi un giornomi fece distendere a pancia in su e mi disse che avremmo fatto un gioco che lo avrebbe reso molto felice,ricordo che era sopra di me ed era pesante tanto pesante e poi ricordo quel dolore che nn so descrivere è come se qualcuno mi avesse tagliato a metà la pancia,rimasi nel letto senza riuscire a muovermi perchè se mi muovevo era come se tutti i pezzi dentro di me si fossero rotti,ricordo che il mio vestitino a fiori blu era tutto rossopoi ricordo solo piccoli frammenti il resto è un tunnel buio..continuò cosi ogni volta che veniva a prendermiper 13 anni finchè a 17 anni rimasi incinta,fu il periodo più meraviglioso della mia vita perchè avevo qualcosa di mio,solo mio nn mi importava più di niente se dovevo andare a letto con lui se mi picchiava nn mi importava di nulla perchè io avevo il mio meraviglioso tesoro,una cosa solo mia una gioia immensa...ma allora nn ero consapevole che la vita ad una donna nn dona mai gioia allora ero stupida...un giorno quando ero arrivata al quinto mese di gravidanza mio padre mi disse che saremmo andati da un medico per sapere come stava il bambino e io come una stupida ciò creduto, quando vidi accanto al lettino su un tavolo degli strumenti che mi fecero molta paura capii la verità e cercai di scappare cercai di salvare il mio bambino cercai cercai con tutta me stessa cercai velo giuro io cercai ma loro erano forti troppo forti per me ricordo solo un dolore immenso e poi più niente finchè nn mi sono svegliata sul letto a casa di mio padre...sentivo una rabbia dentro una rabbia che mi diede il coraggio di denunciarlo..persi tuttala mia famiglia divenni la loro pecora nera ma riuscii a porre fine a tutto o almeno allora credevo cosi...da piccola imparai a curarmi le ferite da sola a nn piangere mai a nn gridare quando si sente dolore...quando conobbi mio marito la mia famiglia fu felice perchè un uomo aveva accettato una ragazza come me e per loro fu come togliersi un problema..
mi sono sposatache avevo compiuto 21 anni da una settimana,lui ne aveva dieci più di me..all'inizio erano solo qualche schiaffo niente di importante solo quando nn facevo esattamente quello che mi chiedeva,diceva che lo faceva perchè mi amava e doveva insegnarmi,adesso spero che nessuno mi ami mai più...dopo circa un anno rimasi incintala prima volta,dopo sapei che avevo una gravidanza extrauterina..al terzo mese una sera sentii un dolore fortissimo alla parte destra del basso ventre era insopportabile e chiamai lui..ma erano le 7 e doveva cenare,quando arrivarono le 9 nn ce la facevo più ma lui mi disse che dovevo distendermi sul divano e lui se ne andava a dormire perchè era stanco ci avrebbe pensato domani...mi cominciarono delle contrazioni fino ad arrivare sotto al seno,vomitavo ma lui nn venne...la mattina dopo verso mezzogiorno si rese conto che le cose erano serie e mi portò all'ospedaledall'ecografia risultò che avevo un emorragia interna perchè la tuba si era aperta in due,dovuto alla crescita del feto al suo interno..ma la dottoressa dopo mi disse che se fossi arrivata la sera prima nn sarebbe stata costretta a togliere la tuba avrebbe potuto salvarmela..dopo questa prima gravidanza sono nati altri due bambini finchè a ventotto anni ha deciso che voleva divertirsi senza usare precauzioni cosi mi fece sterilizzare..disse al medico che sarebbe stato meglio per la mia salute visto cosa era successo con il prio bambino,trovò il medico che gli diede ragione perchè molti si rifiutarono perchè per loro sterilizzare una donna è una menomazione permanente e se nn è necessaria nn lo fanno..il giorno dell'operazione ho continuato a dire che nn volevo fino a quando nn mi sono addomentata,ma a nessuno è interessato cosa volevo a chi importava se il corpo che menomavano era il mio..cosi ora nn posso più avere figli..
come ho detto a Gaetano nn so spiegare come sno arrivata ad oggi,le cose negli anni sono peggiorate ma riuscivo a curami da sola anche se alcune volte con molta fatica..ho capito in cosa mi trovavo solo nel momento in cui dopo una notte molto pesante perdevo sangue dalla parte intima,era successo molte altre volte ma quella volta era di più e nn riuscivo a fermarlo..decisi allora di andare di nascosto da una ginecologa,volevo solo farmi visitare e poi curarmi solo questo..quando si sedette però per visitarmi mi disse che era meglio se mi spogliavo tutta,perchè il problema nn erano le perdite ma la causa di quelle perdite..mi disse dolcemente che avremmo fatto unreferto e che poi avremmo dovuto parlare alla polizia..li la paura divenne enorme nn potevo andare alla polizia perchè avrebbe scoperto che ero uscita senza permesso e avevo parlato..ma nn ebbi scelta e rimasi su quel lettino..quello che provai a quella visita fu vergogna mi vergognavo a stare nuda li mentre lei contava i tagli su ogni parte del mio corpo e fotografava ogni lesione anche quelle interne nella parte intima..ebbi 25 giorni di prognosi e da li la denuncia parti d'ufficio..tutto mi catapultò in una situazione di grande confusione dentro di me avevo paura ero terrorizzata perchè pensavo a cosa avrebbe fatto quando fosse venuto a sapere che avevo parlato..con la polizia andammo davanti al pm,lui mi spiegò che sia le lesioni che la violenza sessuale erano passate d'ufficio sia perchè 25 giorni diprognosi sono ritenute lesioni gravi sia perchè c'era stato l'uso di un coltello e di una lima..ma fuori da li ero sola a casa sarei stata sola cosi quando lui mi chiese se l'aveva fatto altre volte mentii e gli dissi di no che era la prima volta e che primaera sempre stato buono..ero terrorizzata e sola cos'altro avrei dovuto fare..il pm decise di tenere la denuncia in sospeso,che ci avrebbe fatto frequentare un corso per terapia di coppia e che io avrei dovuto chiamare i carabinieri la prima volta che mi avesse anche solo sfiorato con un dito..ma nn l'ho mai fatto nn ho mai chiamato i carabinieri...andammo alla terapia di coppia gli furono detti i capi d'accusa e il motivo per cui era li,tornando a casa nn disse nulla..ma quella sera quella sera nel lettocapii perchè nn avrei mai più dovuto parlare ne chiamare i carabinieri..mi legò al lettoper le mani e i piedisi mise sopra di me e mi mise la mani attorno al collo sentivo che stringeva forte e io nn riuscivo a respirare nn riuscivo nn potevo nemmeno respingerlo mi mancava l'aria,ti uccido se parlerai ancora ti uccido con le mie mani hai capito,mi prese a pugni sul seno e a calci..poi prese il suo coltello mi mise una mano sulla bocca mi disse ora capiraichi comanda e imparerai ad obbedire nn so dare un nome a cosa sentii dopo sentii il coltello entrare nella parte intima il dolore come un onda paralizzo ogni parte di me volevo urlare ma la voce nn usciva ho pregato dio ho pregato dio di farmi morire ma nn mi ha ascoltata..la punizione durò tutta la notte prima il coltello e poi lui ma nn ricordo tutto so che ho imparato bene che nn devo più farmi visitare da nessuno..ma la situazione è solo peggiorataogni notte ora finisco legata a quel lettose convinto che sono uscita usa il coltello per farmi confessare dove sono stata ed a ogni risposta che nn do giusta mi taglia,e anche se so che sono bugie gli dico tutto ciò che vuole sentirsi dire purchè smetta..ma e anche tutto questo finissec'è un inferno che nn finirebbe mai..una parola un gesto un profumo un luogo nn so cosa fa arrivare quei flash che durano pochiattimi ma che mi riportano a quei momenti rivivo ogni secondo le sensazioni provate rivivo tutto a rallentatore poi spariscono emi resta dentro una sensazione pesante..la cosa che odio è che nn riesco a controlarli e arrivano in ogni istante,cosi come ogni porta che si chiude ogni passo ogni voce maschile che nn posso vedere mi mette in allarme,poi capisco che nn è un pericolo ma in quel momentovivo la paura..
ho due splendidi bambini,le altre due metà del mio cuore e della mia anima...lui ama molto i bambini e questo è una cosa chemi rende serena,per questo mi fa del male la notte quando loro nn possono vedere..sono sereni e hanno bisogno di tutti e due,per questo la mia felicità ciò che desidero la mia salute nn possono venire prima della loro serenità,se ora li portassi in una struttura protetta cosa vivrebbero..
oggi ho finito di ricamare dei fazzoletti che poi verranno venduti domani alla festa di fine anno del'asilo di mia figlia,e mentre finivo mi sono chiesta se arriverò a vederla quella festa..
sono stanca,e nn ho più voglia di conoscere la vita..nn riesco più a convivere che i brutti sogni i ricordi i flash...ci sono cose che si portano via ogni parte di te stessa e lasciano il deserto dietro a se,ciò che desidero di più ora è morire,un sonno lungo dal quale nn svegliarsi più...e la donna nn nasce per essere amata ma solo per essereun oggetto per il piacere dell'uomo..nn conta se ha un anima alla fine verrà distrutta e camminerà all'inferno finchè qualcuno nn le darà la pace di un lungo sonno dal quale nn tornare più..
all'inizio credi che facendo ciò che ti viene chiesto vuoi bene a tuo padre..poi ti rendi conto che anche se urli o preghi anche se a pregare è una bambina di 5 anni nn ariverà nessuno..sei sola in un inferno nel quale imparare a vivere significa distruggere tutto ciò che sei perdere ogni parte di te stessa e diventare un fantasma di ciò che vedi allo specchio..perchè più i giorni passano e più ciò che vedi lo odi perchè nn ti appartiene..cammini respiri e finchè sarà cosi nn smetterai mai di sentire dolore e nn solo fisico ma anche quel dolore che come un incendio ti distrugge dentro fino a nn lasciare più niente..
scusate se nn ricordo tutto o se ho sbagliato le parole ma ho scritto senza guardare perchè altrimenti nn ci sarei riuscita..

questo è il mio dono per te Gaetano che in questi giorni mi sei rimasto accanto..ti dono tutto ciò che posseggo perchè tu hai aiutato me e io ora voglio aiutare te..ho scritto nella speranza che questo ti aiuti nel tuo lavoro..
una carezza..
5/23/2006 1:15 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 840
Post: 840
Registered in: 3/8/2006
Gender: Female
Moderatore Forum Antiviolenza
Senior User
OFFLINE
Non posso credere che il tuo sia solo un gesto altruistico nei confronti di Gaetano e dell'Associazione per dare a tante altre donne la forza di raccontarsi come hai fatto tu! Cara Amica le atrocità che hai sofferto nella tua vita meritano tutto il mio rispetto, ma hai solo 31 anni, non puoi desiderare di morire, tu devi reagire, devi trovare dentro di te il coraggio per dire basta!!! Se pensi ai tuoi figli, benissimo!!!!! devi farlo pure per loro. Mi sembra di avere capito che uno di loro è una bambina, chi ti da la certezza che quella bestia che hai per marito un giorno non decidesse di fare con tua figlia le stesse cose a cui sei stata costretta tu? Scusa se sono troppo dura nelle mie affermazioni, ma non può essere l'apparente serenità dei tuoi bambini l'indice per farti sopportare una situazione che di "vita" non ha il sapore. Ancora, dici di desiderare la morte, e poi affermi che i tuoi figli sono le altre due metà del tuo cuore. Se muori che ne sarà di loro? li lascerai in balìa di un folle, di una bestia che solo apparentemente sembra un padre affettuoso? Ho conosciuto due dponne che hanno vissuto il tuo stesso dramma, una di loro ha trovato la forza di denunziarlo solo quando lui iniziò ad andare a trovare nella cameretta la figlia di 12 anni. Vuoi anche tu arrivare a questo? Seguo questa donna allo "Sportello Donna" insieme all'assistente sociale e sai qual'è la cosa che mi fa più male? vedere una ragazza di soli 16 anni incapace di sorridere, con un grandissimo dolore dentro e con una fortissima rabbia verso tutto il genere maschile. Stiamo lavorando già da quasi due mesi con Mary ( questo non è il suo vero nome, ho deciso io di chiamarla così nel pieno rispetto della privacy ), se vuoi puoi leggerla nel post "violenza tra le mura domestiche". Ti dico questo perchè vorrei che tu rsccogliessi oggi tutti i pezzi del tuo grandissimo dolore e partissi da li per ricominciare insieme ai tuoi figli. Hai il diritto di essere felice, o quantomeno di trovare un pò di serenità nella tua vita, dando un futuro migliore ai tuoi figli. Non so di dove sei e non è necessario che tu lo dica se non vuoi, ciò che conta è che tu ti rivolga ad un Servizio Sociale, esponga tutto, loro stessi contatteranno le Forze dell'Ordine ed inizieranno insieme a prendersi cura di voi. Ti posso assicurare che ti aiuteranno. Io , come Associazione, credo di avere il dovere di contattare il mio Servizio Sociale per esporgli il caso ed avere qualche ulteriore notizia in merito alla tutela tua e dei tuoi bambini, ma ti posso già dire che per quanto riguarda Mary la fase antecedente il nostro operato è stata presa in carico dagli Organi di polizia e quelli giuridici. Cara Amica, permettici di aiutarti, tentiamo insieme di cancellare il deserto che vige nel tuo cuore, hai il diritto di avere un'altra possibiltà e rinascere..... non lasciare che le mie ( e parlo a nome dell'Associazione ) restino solo parole che si perdono nel vento...... Posso dirti che ci sei entrata nel cuore, ora aprici il tuo [SM=g27998] , ti abbraccio con affetto..........
5/23/2006 1:15 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 1,299
Post: 14
Registered in: 3/20/2006
Gender: Female
Junior User
OFFLINE
vorrei che tu potessi sentire realmente intorno a te le mie braccia che ti stringono e che ti consentirebbero di chiudere gli occhi per lasciarti andare anche per un solo breve istante.. quanta sofferenza… quanta ingiustizia..

quanto mi dispiace...

Debora

[Modificato da Deb 23/05/2006 13.16]

5/25/2006 12:55 AM
 
Modify
 
Quote
Post: 37,293
Post: 155
Registered in: 3/5/2006
Gender: Male
Junior User
OFFLINE
desertodell'anima ... ho pianto leggendo la tua storia.
La mia mente non riesce a concepire tanta crudeltà.
E' molto peggio che uccidere.

Mi moglie lavora in uno di quegli istituti in cui vengono ospitate mamme e bambini come voi. Di posti così ce ne sono più di uno in ogni città.
Nessuno saprebbe dove sei e saresti protetta. Ti aiutebbero a costruire una tua nuova vita.

Sono certo che la Pedagogista ti sta consigliando bene e che sia indispensabile che tu possa allontanarti e allontanare i figli. Torna dai carabinieri e porta con te i bambini e non tornare più a casa, a nessuna di quelle case in cui sei stata.

Ricomincia una nuova storia per te ma soprattutto per i tuoi figli.

E' possibile.

Un abbraccio fraterno

Giancarlo



- Quando le parole hanno la musica dentro e la strofa è canto, allora il pensiero è diventato poesia.-
5/25/2006 12:22 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 1,118
Post: 1,071
Registered in: 3/5/2006
Gender: Male
Presidente Associazione Fidelis Onlus
Veteran User
OFFLINE
Si rimane spiazzati da tanta crudeltà, da tanta vigliaccheria di un uomo che non sa neanche minimamente cosa significhi il rispetto e l'amore...

Di fronte a tale vergogna, che distrugge la vita e la dignita della persona, vanno perseguiti tutti i mezzi affinchè questo tizio non arrechi più così tanto dolore e sofferenza.

Cara amica questo forum è un trampolino di lancio, un luogo di comunione che con rispetto cercherà gradualmente di farti uscire da questa "non vita", ricercando, come ho sottolineato sopra, tutti gli strumenti legislativi, legali, che ti consentano di uscire da quella casa... degli orrori per te e per i tuoi figli...

Ancora una volta t'invito a rimanere con noi, aiutaci ad aiutarti...

Un caloroso abbraccio
Gae

[Modificato da Geneshys 25/05/2006 13.35]

5/25/2006 9:26 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 13
Post: 13
Registered in: 5/23/2006
Gender: Male
Junior User
OFFLINE
Sopra di te,dentro di te,intorno a te c'è incessante mistero che nn riusciremo mai a decifrare.
Sei la luce del mondo,eppure sei nato in un villaggio più povero di una terra desolata.
Hai lavorato in una bottega di falegnamefino all'età di trent'anni e nessuno sapeva della Tua esistenza.
Poi sei diventato un predicatore girovago e la folla ti ha seguito.
Noi sei mai andato a scuola,non hai mai scritto un libro nn hai mai avuto un incarico importante.
Ti sei allontanato dal luogo di nascita ma nn hai mai fatto nulla per diventare importante.
Non hai mai avuto altre credenziali all'infuori di te stesso.
Non hai avuto nulla a che fare con questo mondotranne cheesercitare la pura potenza della tua divinità umana.
Mentre eri ancora giovane la marea dell'opinione pubblica si rivoltò contro di te.
I tuoi amicifuggirono e uno di essi ti rinnegò.
Fosti consegnato ai tuoi nemici,subisti l'onta di un processo e fosti inchiodato sulla croce fra due ladri.
I tuoi carnefici estrassero a sorte l'unica cosa che possedevi:la tua veste.
Sono trascorsi tanti secoli e sei ancora il fulcro,il cuore pulsante dell'umanità.
Ma per poterti toccare,assaporare,vedere,sentire e vivere dovremmo possedere un cuore pulito,porciin silenzio e attraverso la preghiera lasciare per qualche attimo questa terra ed entrare in un altra dimensione fatta solo di anime e cuori che si fondono insieme per creare un unico immenso cuore pulsante e dare nuova vita e nutrimento a tutte le parti del mondo...

5/25/2006 11:49 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 2,286
Post: 42
Registered in: 4/14/2006
Gender: Male
Junior User
OFFLINE
per desertonellanima
Entro in punta di piedi, a capo chino, riverente a chi, come te, ha avuto forza di aprire il suo cuore ad amici sinceri,a chi, fa dono di un esperienza terribile, una barbarie ripetute nel tempo, affinchè si faccia tesoro del terribile racconto perchè aiuti gli altri a conoscere e capire, ma io biologicamente uomo, ti chiedo perdono a nome di uomini, aimè impotenti,che non possono fare di piu' che ascoltarti, bruciando dalla voglia di aiutarti con l'esempio del loro quotidiano vivere dividendo con la compagna della vita, ogni momento della giornata, rispettando la dignita' dell'essere umano in tutta la sua grandiosita' dell'essere donna,moglie, madre della tua progenie.
penso che nel vocabolario della vita non si trovi parola che possa darci una definizione di quello che tu hai subito, sopportato e provato,nessuno di noi potra' mai avvicinarsi a tanto dolore e devastazione, ma, nel vaso del nostro destino, piu' scava il dolore, piu' spazio puo' lasciare alla speranza di una felicita'.Tu, cara Desertonell'anima, ci sei entrata nel cuore, e concedici di volerti bene,possano le parole, piccole sincere dimostrazioni mie e nostre, raggiungerti al cuore e trasformarsi in carezze e stimolarti a combattere, d'ora in poi non sarai mai piu' sola.
un caro abbraccio e ancora perdonaci stolti e ciechi uomini d'oggi. Lucimaest

5/26/2006 12:31 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 476
Post: 112
Registered in: 3/5/2006
Gender: Female
Moderatore Forum Antiviolenza
Junior User
OFFLINE
Re: per desertonellanima

Scritto da: lucimaest 25/05/2006 23.49
Tu, cara Desertonell'anima, ci sei entrata nel cuore, e concedici di volerti bene,possano le parole, piccole sincere dimostrazioni mie e nostre, raggiungerti al cuore e trasformarsi in carezze e stimolarti a combattere, d'ora in poi non sarai mai piu' sola.



Mi permetto di prendere in prestito le parole di lucimaest... che sono esattamente quelle che vorrei dirti anche io...

Ti abbraccio con il cuore [SM=g27998]
*Vale*
5/26/2006 7:07 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 2,198
Post: 36
Registered in: 4/25/2006
Gender: Female
Junior User
OFFLINE

Cara Desertonellanima, hai una grande forza interiore che ti ha permesso di andare avanti e sopravvivere nonostante le atrocità subite in tutti questi anni. Ti auguro di continuare ad averla, di non mollare mai e di poter cominciare, con l'aiuto di tante persone che t vogliono bene, una nuova vita all'insegna della serenità con i tuoi bambini.
Grazie per quello che hai avuto il coraggio di scrivere con molta sofferenza, ci renderà tutti più forti e più consapevoli.

Un abbraccio forte forte forte. [SM=g27998] [SM=g27998]

Daniela
5/26/2006 7:46 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 4,466
Post: 827
Registered in: 3/10/2006
Gender: Male
Moderatore Forum Antiviolenza
Senior User
OFFLINE
Re:

Scritto da: Aries2006 26/05/2006 19.07

Cara Desertonellanima, hai una grande forza interiore che ti ha permesso di andare avanti e sopravvivere nonostante le atrocità subite in tutti questi anni. Ti auguro di continuare ad averla, di non mollare mai e di poter cominciare, con l'aiuto di tante persone che t vogliono bene, una nuova vita all'insegna della serenità con i tuoi bambini.
Grazie per quello che hai avuto il coraggio di scrivere con molta sofferenza, ci renderà tutti più forti e più consapevoli.

Un abbraccio forte forte forte. [SM=g27998] [SM=g27998]

Daniela



Cara Daniela mi permetto di usare le tue parole per esprimere tutto il mio ringraziamento per la forza e la volontà di Micol di parlare della sua vita.
Come da te sottolineato, tutto ciò ci farà tutti più consapovoli...
Ma ora non serve fermarsi solo alla consapevolezza iniziamo tutti insieme, e colgo l'occasione per ringraziare quanti parteciapano a questo forum e lo rendono un luogo di comunione e di aiuto, a trovare gli strumenti affinchè la nostra amica possa uscire gradualmente da questa situazione...
Mi rendo conto che è difficile, ma cosa è più importante andare oltre le difficoltà e far rinascere quanto più possibile una vita spezzata o rimanere alla soglia dei problemi e non andare oltre? Beh andiamo oltre...

Voglio esprimere tutta la mia gioia per la vostra presenza, preziosa...

Grazie ancora... e grazie Micol...

Gae

[Modificato da Geneshys 26/05/2006 19.47]

6/11/2006 1:39 AM
 
Modify
 
Quote
Post: 2,286
Post: 42
Registered in: 4/14/2006
Gender: Male
Junior User
OFFLINE
per Desertonell'anima
...Notte a tutti, non c'è stata alba o tramonto che un pensiero non volasse a desertonellanima, coerente con la sua solitudine e la sua storia,il mio tormento all'impotenza di poter aiutarla, non mi da' ancora oggi pace, ma vorrei sapesse ,sperando ci legga , che noi siamo qui, ogni giorno della vita, a tendere la mano,anche solo ad ascoltare, il suo dire, e vorrei credesse profondamente al nostro aiuto, e non si sentisse sola ed abbandonata.
Ciao Desertonellanima, vorremmo che trovassi una piccola oasi nell'aridita' di quel tuo deserto...attraverso la nostra stima.
Luciano

6/11/2006 8:41 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 2,198
Post: 36
Registered in: 4/25/2006
Gender: Female
Junior User
OFFLINE

Cara Desertonell'anima

Mi associo a quanto scritto da Luciano. Noi siamo qui, invisibili, ma ci siamo e continuiamo a inviare i nostri
messaggi di amore, solidarietà e stima a tutti coloro
che vivono quotidianamente degli abusi affinchè possano
trovare la forza interiore per dire BASTA!!!!

Un abbraccio [SM=g27998] [SM=g27998]

Daniela
6/12/2006 7:33 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 13
Post: 13
Registered in: 5/23/2006
Gender: Male
Junior User
OFFLINE
C'è un silenzio del cielo prima di un temporale o diuna tempesta,delle foreste prima che si levi ilvento,del mare calmo la sera,di quelli chesi amano,della nostra anima...poi c'è un silenzio che chiede solo di essere ascoltato....
gli amici si accudiscono e si cullano ogni giorno nel proprio cuore...si coltivano e si fanno sbocciare nel giardino segreto della propria anima anche se come linguaggio si sceglie il silenzio.. vi ascolto sempre anche se per sentirvi nn uso le orecchie...
6/12/2006 11:58 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 2,198
Post: 36
Registered in: 4/25/2006
Gender: Female
Junior User
OFFLINE

Proprio così, l'amicizia e l'affetto si dimostrano con il
cuore, le parole sono un veicolo non sempre necessario, ma
qualche volta si rendono utili per comunicare tutto il bene
che vogliamo ad una persona...Continua ad ascoltarci con il
cuore, è la cosa più bella che puoi donarci.

[SM=g27998] Un abbraccio [SM=g27998]

A presto

Daniela
6/13/2006 12:19 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 476
Post: 112
Registered in: 3/5/2006
Gender: Female
Moderatore Forum Antiviolenza
Junior User
OFFLINE
Solo con il cuore si riescono a percepire vibrazioni inesistenti per qualsiasi altro senso... Grazie per averci permesso di stare nel tuo.
*Vale*
6/14/2006 12:24 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 2,286
Post: 42
Registered in: 4/14/2006
Gender: Male
Junior User
OFFLINE
a Micol
Buon giorno Micol, aspetto sempre come muto spettatore che tu dal palco della vita esca un giorno con un sorriso, e qui noi pronti ad applaudirti,non sentirti mai, mai sola,lo spazio del quotidiano pensare, ha posto per te. Ciao Luciano

6/22/2006 11:15 AM
 
Modify
 
Quote
x Desertonellanima

Cara desertonell'anima,
il tuo nick dice già tutto, di come ti senti, ma ricordati che anche il deserto contiene un'oasy che riflette il cielo.
Se il mondo e la vita sono arrivati fino a noi e oltre, non può essere per la violenza, il disprezzo e la sopraffazione, ma per quella luce che dentro ognuno di noi non si deve spegnere mai, neanche quando la speranza è appesa a un filo. Il rispetto per te stessa ti spetta di diritto, la tua anima è insopprimibile, e questo devi ripeterlo a te stessa ogni giorno; ci sarà un modo per fermare l'umiliazione, neanche la più rozza prepotenza può spegnere la fiducia nel bene e nella grandezza della bontà e dell'amore. Se tanto orrore è malattia mentale va curata, e se è puro odio verso la donna va punito, aiutata a farti aiutare chi di competenza, parla, racconta, non fermare la tua voce: il mondo è pronto ad ascoltarti e a venirti in aiuto, cerca quella te stessa che sensibilità e intelligenza propria delle donne come di ogni essere umano tiene chiusa come una perla dentro un'ostrica, dici basta alla sofferenza, non avere paura, abbi fiducia in te stessa, perché sei viva, viva, solo chi odia e disprezza deve avere paura: paura di se stesso,paura della propria coscienza, e vergogna, vergogna verso gli esseri umani e verso Dio.

Ti abbraccio anche se non ti conosco, perché chiunque soffre è già parte di me [SM=g27998]

Rosanna



[Modificato da VERSOLIBERO 22/06/2006 11.15]

6/23/2006 10:03 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 2,198
Post: 36
Registered in: 4/25/2006
Gender: Female
Junior User
OFFLINE
Cara Micol,
Ieri, per me, è stata una giornata pesante. Mi sentivo
un macigno sul cuore tanto da respirare a fatica, una rabbia
dentro da disintegrare il mondo intero per rimanere sola e una stanchezza infinita addosso...Quello che più mi ha spaventata
è il non sapere, coscientemente, a cosa fosse dovuto questo
malessere. Poi come mi è piombato addosso lentamente si è attenuato ed oggi stavo di nuovo bene. La vita mi piace, come mi piacciono le persone e tutto ciò rende bello questo mondo,
un pò malconcio, ma che fa di tutto per continuare a vivere...
Ti penso, spero tanto che tu possa essere un pochino più serena
e fiduciosa. Non perdere mai la fiducia nel prossimo perchè ci
sono tante persone che credono in te e nella tua forza.
Un abbraccio Daniela [SM=g27998]
6/25/2006 12:43 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 37,293
Post: 155
Registered in: 3/5/2006
Gender: Male
Junior User
OFFLINE
Re:

Scritto da: desertonellanima 25/05/2006 21.26
Sono trascorsi tanti secoli e sei ancora il fulcro,il cuore pulsante dell'umanità.
Ma per poterti toccare,assaporare,vedere,sentire e vivere dovremmo possedere un cuore pulito,porciin silenzio e attraverso la preghiera lasciare per qualche attimo questa terra ed entrare in un altra dimensione fatta solo di anime e cuori che si fondono insieme per creare un unico immenso cuore pulsante e dare nuova vita e nutrimento a tutte le parti del mondo...




Sai Micol, rifelttevo su quello che hai scritto e che dimostra una grande fede. Io, lo ammetto, non ho questa fede, e ammiro chi la porta dentro di se.
Leggevo queste parole che ho evidenziato, ma io penso che lui sia venuto non solo per chi possiede "un cuore pulito", quanto per la pecorella smarrita ... o a volte il gregge smarrito.
La sua fu parola di rispetto che andava addirittura oltre alla giustizia con il seme del perdono. Ora sono cose che ci sembrano quasi normali, parlarne almeno, ma ai suoi tempi erano parole di ribellione.
Mi chiedo cosa avrebbe detto o fatto davanti ad un caso come il tuo. Non credo avrebbe usato parole di perdono, non certo per chi continua a fare del male (solo uno dei ladroni andò in paradiso con lui: quello che si pentì)
Ora il sacrificio a cui ti sottoponi, te lo dico con sincerità, a me fa male perchè non è giustizia ed io ho per il rispetto della persona umana un'attenzione maniacale. Non penso faccia bene neppure ai tuoi figli.
Non permettere che ti faccia ancora male. Nessuno lo avrebbe, e ne sono certo neppure Gesù che sa capire, perdonare chi ha avuto il cuore “sporco” ma anche ribaltare i tavoli dei mercanti.

Un abbraccio.

Giancarlo
- Quando le parole hanno la musica dentro e la strofa è canto, allora il pensiero è diventato poesia.-
6/25/2006 4:56 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 2,559
Post: 44
Registered in: 6/21/2006
Gender: Female
Junior User
OFFLINE
Re: Re:
Ora il sacrificio a cui ti sottoponi, te lo dico con sincerità, a me fa male perchè non è giustizia ed io ho per il rispetto della persona umana un'attenzione maniacale. Non penso faccia bene neppure ai tuoi figli.
Non permettere che ti faccia ancora male.

Un abbraccio.

Giancarlo



Mi appoggio alle parole di Giancarlo perchè ha detto una cosa importantissima!!! Ti ha fatto male in passato, non permettere che te ne faccia ancora. Tu non hai nessuna colpa, perchè punirti, perchè perdere il rispetto della propria persona fino al punto di desiderare di morire?
Non sei tu ad essere sbagliata, non dimenticarlo.
Il dolore nel tuo cuore è una cicatrice che nessuno mai potrà cancellare...ma puoi affrontare la tua sofferenza, superarla, far si che diventi la tua forza, quella che hai dentro e ti fà desiderare la vita, di essere luce...
Raccontando la tua esperienza ha rappresentato questo per me, una fonte di luce in un passato offuscato dal dolore.
Perchè è impossibile dimenticare, ma è bello ricordare che sei riuscita a venire fuori da una situazione tanto drammatica...con un sorriso che hai donato a te stessa e a chi ha avuto ed avrà la fortuna di accoglierlo.

Ti abbraccio calorosamente!!!

Rosy [SM=g27998]
6/25/2006 5:00 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 4,466
Post: 827
Registered in: 3/10/2006
Gender: Male
Moderatore Forum Antiviolenza
Senior User
OFFLINE
Spero che le parole siano solo un trampolino di lancio e che ad esse seguano i fatti... al più presto... altrimenti tutti gli sforzi saranno inutili e le parole solo nebbia che è spazzata dall'arrivo del vento.


Grazie
Gae

[Modificato da Geneshys 25/06/2006 17.01]

6/26/2006 6:01 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 476
Post: 112
Registered in: 3/5/2006
Gender: Female
Moderatore Forum Antiviolenza
Junior User
OFFLINE

Spero che le parole siano solo un trampolino di lancio e che ad esse seguano i fatti... al più presto... altrimenti tutti gli sforzi saranno inutili e le parole solo nebbia che è spazzata dall'arrivo del vento.



Affinchè ciò non accada... mi permetto di riportare quanto detto da Gae, sperando che evidenziato ulteriormente possa portare maggiori consapevolezze a chi ne ha bisogno.
E, soprattutto, possa ricordare che è un passo dopo l'altro che si raggiunge la meta. Non serve che siano passi da gigante... ma serve che ci siano. E qui di mani tese ce ne sono tante.

Ciao!
*Vale*
10/27/2007 4:53 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 103
Post: 103
Registered in: 4/11/2007
Gender: Female
Junior User
OFFLINE
ciao desertonelanima.ho letto la tua storia e' incredibile come un essere umano possa distruggere la vita di un altra persona....dio mio che persone che esistono....io ho vissuto un esperienza simile alla tua....anche se la mia esperienza e' impallidita d'avanti alla tua....cavolo quante ne hai sopportate,prima tuo padre e poi quell animale di tuo marito....io avendo vissuto una storia simile alla tua con un mio ex ragazzo fatto di violenze fisiche sessuali psicologiche arrivata a un certo punto ho cominciato anchio di morire anche se allora avevo 23 anni...ora ne ho 27 e questo ragazzo e' morto un anno fa' in un incidente stradale....dio non ha voluto che morissi io ma lui!!!!non sono una persona cattiva,la morte non si augura a nessuno.....io comunque sto' in cura con psicofarmaci e una psichiatra...mi fa' parlare e mi aiuta molto....le cicatrici rimangono ma il dolore si assottiglia....mi farebbe piacere ricevere una tua risposta ciao
un abbraccio romina
10/27/2007 11:35 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 30
Post: 4
Registered in: 10/24/2007
Gender: Male
Junior User
OFFLINE
Leggere delle testimonianze così toccanti fanno pensare che gli uomini non meritino di esistere. Mette in cuore un'agoscia che ti pone mille problemi e riflessioni. Se dio esiste perchè c'è il male dentro di noi. Come si fa a fare del male agli essere viventi.
Giriamo per le strade senza pensare che in mezzo ci sono vittime e carnefici. Come si può riconoscerli ed aiutarli [SM=g27995]
10/28/2007 8:42 AM
 
Modify
 
Quote
Post: 145
Post: 135
Registered in: 12/21/2006
Gender: Female
Junior User
OFFLINE
Cara romina ricordati sempre che non ci sono storie più o meno pallide di altre ma,anime che vivono la violenza in forme diverse anche se il risultato è uguale...io sono solo una voce nel silenzio come tante altre,io il mio cammino lo sto ancora affrontando e purtroppo da sola..ma quando si hanno i figli con sè ci sono delle priorità oggettive che non si possono dimenticare e tu stessa per ora vieni in secondo piano..sei fortunata a poter fare un percorso con una psichiatra perchè credo sia l'unica strada per poter veramente affrontare un percorso di uscita perchè ti assicuro che da sole spesso si prendono solo strade sbagliate e che spesso riportano,anche senza volerlo ,a perpetrare i comportamenti sbagliati che ci sono stati insegnati...
purtroppo vedi romina chi ha passato la violenza vorrebbe che tutto si risolvesse in pochissimo tempo per poter "dimenticare" il passato,ma non è cosi e la lentezza sia della legge che della guarigione delle ferite rende ancora più pesante questo percorso di rinascita...
l'importante è non perdere mai la luce che sta in fondo al tunnel perchè prima o poi la si raggiungerà,e li ci attende una vita serena e sopratutto nostra..
per rispondere a mauro,si si riconoscono le vittime e i carnefici anche per strada,ma quello che ci si deve chiedere è siamo disposti a vederli perchè se la risposta è si significherebbe che il problema diventerebbe anche nostro e dovremmo fare qualcosa per risolverlo..per questo otivo molta gente fa finta di non vedere per la voglia di non farsi coinvolgere,infatti quando certi fatti di cronaca escono alla luce del sole spesso i vicini dicono,ma era una brava persona,non si sapeva nulla..ma in realtà è davvero cosi?
una carezza Micol..


10/30/2007 1:28 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 3
Post: 2
Registered in: 10/30/2007
Gender: Male
Junior User
OFFLINE
riconoscere le vittime per strada non si può
No Micol lo sai bene anche tu anche se vuoi cercare di nasconderlo
I carnefici si nascondono troppo bene tra di noi quando escono di casa hanno una metamorfosi che li rende irriconoscibili vestono i panni del perbenismo, si trasformano da lupi ad agnelli.
Le vittime dal canto loro si rendono trasparenti passano vicino alle persone senza farsi accorgere in punta dei piedi sorridono quando invece vorrebbero piangere, sussurrano quando vorrebero urlare, pregano quando vorrebbero imprecare e maledire. Nascondo i loro lividi mentono ai loro amici fino a rinnegarli a buttarli da una parte come fazzolettini di carta usati che non servono.
le uniche persone che potrebbero sospettare quanto avviene sono i familiari e forse i vicini
Sto male per mille motivi e non so fino a quando riuscirò a resistere non solo le donne soffrono ma anche gli uomini

ciao
lukas
[Edited by mberdin 10/30/2007 1:56 PM]
10/31/2007 5:28 PM
 
Modify
 
Quote
Post: 840
Post: 840
Registered in: 3/8/2006
Gender: Female
Moderatore Forum Antiviolenza
Senior User
OFFLINE

Mi auguro che presto ci racconterai di te...

Non possiamo, altrimenti, comprendere fino in fondo il significato delle tue parole.

A presto...
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
 | 
Reply
Cerca nel forum
Tag cloud   [show all]

Feed | Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.1] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 3:44 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com


FORUM DI POESIE E RACCONTI